Questa è la storia della cassettiera di Martina, un oggetto proveniente dal passato trovato in una casa di campagna e trasformato sia nelle parti interne che esterne per arredare una stanza da letto romantica e fresca.

Quando è arrivata nel nostro atelier, abbiamo capito che la prima cosa da fare era sottoporre l’intera struttura ad un deciso trattamento antitarlo, seguito  da un puntuale ripristino delle parti danneggiate dal tempo. Quindi l’abbiamo pulita e carteggiata e alla fine di queste pazienti operazioni di preparazione, finalmente ridipinta con colori all’acqua particolarmente gessosi in due tonalità delicate e femminili.

Amiamo molto usare due colori in armonia per questo tipo di mobili perché ci permette di alleggerirli e allo stesso tempo di valorizzare le geometrie e i decori. La vernice gessosa ed opaca li rende molto piacevoli al tatto e ci riporta indietro al tempo delle ciprie e delle sete.

Per Martina scegliere questo oggetto per arredare la propria casa significa favorire il recupero di mobili realizzati in passato con tecniche tradizionali e materiali duraturi e possedere un oggetto con una bellezza senza tempo.

Per noi trasformare questo mobile significa poter dare un valore speciale ad un oggetto vissuto e renderlo unico, mantenere i ricordi ad esso legati e allo stesso tempo permettergli di vivere nuove storie. Le piccole sorprese che i mobili ci riservano, come le scritte del falegname all’interno dei cassetti, sono per noi deliziosi indizi che ci fanno fantasticare sul passato. Amiamo il nostro lavoro!