Quando Sara ha visto i locali di via Lombroso ha capito subito che quelle cementine colorate avrebbero ospitato la sala d’ingresso del nostro atelier. Il portoncino e la bussola in legno rendevano speciali quelle stanze chiuse ormai da tanto tempo. Era inverno ed io ero a letto ormai da una settimana ma la questione si stava facendo talmente urgente da non poter attendere il mio ritorno al mondo. Così la sede dell’Atelier des Pampilles è stata scelta da Sara, da mio marito e da quel fato che ci vede benissimo.

Continua a leggere…